Roma, picchiata più volte dal compagno della zia: la polizia salva una ragazzina di 13 anni

La Polizia Locale, Gruppo Torri, su segnalazione dell’ Unità Organizzativa Sociale Educativa, Culturale e Sportiva del Municipio VI, ha svolto indagini relativamente ad una ragazzina di 13 anni di nazionalità nigeriana, che da denuncia effettuata risulterebbe vittima di maltrattamenti e percosse da parte del compagno della zia materna.

La giovane, residente proprio a casa della parente, da un primo sopralluogo non è stata reperita e come opera di depistaggio, proprio la zia aveva asserito trovarsi presso il domicilio della madre.

Mentre gli agenti stavano per lasciare l’abitazione e verificare il fatto hanno notato la presenza della ragazza molto scossa nell’atrio del palazzo. In evidente stato di agitazione e tremante, la stessa ha dichiarato di essersi nascosta nei pressi del garage perché più volte picchiata dal compagno della zia, anche per futili motivi ed ha chiesto espressamente di essere accompagnata in una casa famiglia. Per questa ragione gli agenti l’hanno condotta in un primo momento presso gli uffici del Gruppo Torri e, successivamente, su disposizione del Magistrato minorile, l’hanno accompagnata presso una casa famiglia nel Comune di Guidonia.

Il Commissariato di Polizia della zona sta svolgendo indagini sulle responsabilità del compagno della zia.

Fonte iltabloid.it/

Roma, 20 luglio 2017

LASCIA UN COMMENTO