Papa Bergoglio in Puglia. I Vigili del Fuoco garantiscono la sicurezza dell’evento

Venerdì 20 aprile, Papa Francesco ha raggiunto la cittadina di Alessano, in provincia di Lecce, nella diocesi di Ugento-Santa Maria di Leuca, in occasione del 25° anniversario della morte di don Tonino Bello. Per l’importanza dell’evento è stato schierato un massiccio dispositivo interforze a garanzia della sicurezza delle oltre 20.000 persone presenti e della delegazione vaticana, a protezione di dell’intera area di circa 30.000 mq che ha ospitato l’evento e a presidio dell’intera zona interessata dalla viabilità per l’afflusso e il deflusso dei fedeli.

Il Santo Padre è arrivato alle ore 8,30 con un elicottero nei pressi del cimitero comunale di Alessano, dove si è raccolto in preghiera per alcuni minuti sulla tomba di don Tonino Bello. Dopo la preghiera, Bergoglio è salito sulla golf car vaticana, la cui custodia nell’ultimo mese è stata affidata al distaccamento VVF di Tricase, e ha raggiunto l’ampio piazzale antistante il cimitero dove lo aspettavano 20.000 fedeli accorsi già dalle prime luci dell’alba. Qui ha tenuto il suo discorso pastorale e, dopo la benedizione dei fedeli, ha salutato le autorità presenti, tra cui il Comandante dei Vigili del Fuoco di Lecce Giuseppe Bennardo.

Per garantire la predisposizione e l’adozione di tutte le necessarie misure di safety e security richieste dalla tipologia di evento, il comando provinciale ha partecipato in maniera attiva alle numerose riunioni tenutesi in prefettura e presso la sede municipale, garantendo tutta una serie di attività in aggiunta al dispositivo del servizio di vigilanza antincendio standard, tra cui la realizzazione di un video che fornisce al pubblico le indicazioni sui comportamenti da tenere in caso di emergenza, così come prevede specificamente la circolare del 28/07/2017. Dalla mezzanotte del 20 aprile sono stati impiegate 30 unità del comando salentino, compresi tre Funzionari per il coordinamento impegnati su diverse postazioni, tra cui il centro di coordinamento interforze e il presidio antincendio nella piazzola scelta per il decollo e l’atterraggio dell’elicottero a servizio dei trasferimenti del Santo Padre.(Can)

Lecce, 20 aprile 2018

LASCIA UN COMMENTO