Blog Pagina 367

Il grande assalto islamista all’Europa assuefatta

“Non riesco a cancellare dalla mia memoria le esplosioni dei due aerei che si schiantano contro le Torri gemelle di New York e la perdita di vite americane a Washington, tra cui quella di una mia cara amica, la giornalista Barbara Olson”. Si apre così, legando gli 84 morti di Nizza ai tremila americani, la conversazione con il Foglio...

SAVIANO, LA SCORTA NON E’ UN DOGMA

Per guadagnarsi gli strali del Fatto Quotidiano, dei social network e di certi ambienti Antimafia è sufficiente criticare i cosiddetti Intoccabili. Sono quelle “anime belle” capaci di essersi guadagnate una loro nicchia di popolarità ed eroismo, accreditandosi come icone della lotta a Cosa Nostra o alla camorra. Bisogna certo essere abili, perché non è facile fare breccia avanzando istanze di...

La democrazia è una cosa seria. Niente ambiguità, per favore

L’economia che non riparte? Colpa del governo. Il crollo del lungarno a Firenze? Colpa del governo. Sarà mica che anche il ritorno di Salvatore Girone in Italia, il secondo dei due Marò trattenuti illegittimamente in India dal 2012, è colpa del governo? Che l’adagio “piove, governo ladro” valga per ogni stagione politica nel nostro paese, è storia arcinota. Tuttavia,...

Dormire sul pavimento e altre 7 cose curiose del più ricco di tutti, Bill Gates

Bill-Gates
Prima di diventare l’uomo più ricco del mondo Bill Gates aveva delle abitudini e delle attitudini molto curiose. Ecco le 8 meno raccontate: 1. Ha dormito sul pavimento (per imparare) Tutti conoscono la storia di Bill Gates che ha lasciato Harvard per creare insieme al fido Paul Allen, l’azienda di software che poi sarebbe diventata Microsoft. Ma ben pochi sanno che...

QUEGLI OPINIONISTI COME AUGIAS DI CUI FAREMMO VOLENTIERI A MENO

augias
“Aveva 5 o 6 anni ma si atteggiava come se ne avesse 16”. Le parole di Corrado Augias riferite alla piccola Fortuna sono raggelanti, anche se il messaggio che voleva trasmettere non è sicuramente ciò che traspare. Augias non voleva dire che la piccola, stuprata e gettata dalla finestra, fosse una provocatrice o avesse già una sessualità sviluppata. Era...