Search

Kim: “Spazzeremo via gli Usa”. E Trump risponde: “Siamo pronti a colpire”. Tokyo schiera i missili

Per Mosca ci sono «rischi molto alti» di un confronto militare, «soprattutto tenendo conto di questa retorica, sono state fatte minacce dirette di uso della forza»

Poche ore dopo le nuove bordate di minacce del presidente Usa Donald Trump contro la Corea del Nord, l’agenzia ufficiale di Pyongyang, Kcna, risponde a tono alzando ulteriormente la tensione. Pyongyang a sua vota minaccia: «Cancelleremo dalla faccia della terra senza alcuna pietà i provocatori (Trump, ndr) che fanno tentativi disperati di soffocare il Paese», aggiungendo che «gli Usa soffriranno una vergognosa sconfitta e un destino tragico e definitivo se persisteranno nelle loro avventure militari, sanzioni e pressioni» contro il regime di Kim Jong-un.

 

Il presidente Trump ha scritto su Twitter: «Le misure militari sono ora state allestite in pieno e pronte a colpire, in caso la Corea del Nord agisse incautamente. Speriamo che Kim Jong Un trovi un’altra strada». Per il ministro degli Esteri russo, Serghiei Lavrov, ci sono «rischi molto alti» di un confronto militare tra Usa e Corea del Nord, «soprattutto tenendo conto di questa retorica, sono state fatte minacce dirette di uso della forza».

Qualche ora prima il presidente Usa aveva detto che il monito di scatenare «fuoco e furia» contro la Corea del Nord «forse» non era stato «abbastanza duro». «Era ora che qualcuno lottasse per il popolo di questo paese», ha aggiunto il presidente americano, sottolineando come le sue parole siano condivise dai militari «al 100%». «Siamo appoggiati da tutti e da molti altri leader», ha detto.

«E ho notato che molti senatori ed altri si sono espressi oggi in favore di quello che ho detto. Ma forse l’unica cosa è che quella dichiarazione non era abbastanza dura». Trump non ha poi risposto ad una domanda sulla possibilità di un attacco preventivo contro la Corea del Nord: «Non parliamo di questo», ha detto. Il leader della Casa Bianca ha quindi ribadito il suo monito a Pyongyang esortandola a darsi da fare per comportarsi in modo utile o affrontare in caso contrario problemi «come poche nazioni hanno affrontato».

 

Per il 14 agosto l’Alto rappresentante Ue Federica Mogherini ha convocato un incontro straordinario del Comitato politico e di sicurezza per discutere dei possibili prossimi passi sulla situazione nella Corea del Nord.

Il Giappone intanto sta procedendo allo schieramento dei missili intercettori nella parte occidentale del Paese in risposta al piano di attacco contro il territorio Usa di Guam con 4 missili intermedi, come anticipato ieri dal dispaccio dell’agenzia ufficiale Kcna. Il piano definitivo sarà completato entro metà mese e prevede che i vettori sorvolino lo spazio aereo nipponico delle prefetture di Shimane, Hiroshima e Kochi prima di colpire le acque intorno a Guam.

Fonte La Stampa

Roma, 12 agosto 2017

 

Leave a comment
*
**

*

XHTML: You can use these tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

* Required , ** will not be published.