Gentiloni, Libia forte blocca traffici

Presidente del Consiglio ne parla con inviato speciale Onu

 

“Autorità libiche più forti renderanno più efficace l’impegno comune contro i trafficanti di esseri umani”.

Lo ha detto, a quanto si apprende, il presidente del Consiglio Paolo Gentiloni all’inviato speciale dell’Onu per la Libia, Ghassan Salamè, nel corso di un colloquio a Palazzo Chigi.

Il premier ha sottolineato la necessità di una spinta delle Nazioni Unite alla stabilizzazione del Paese.

Fonte Ansa

Roma, 9 agosto 2017

LASCIA UN COMMENTO