Search

GENOVA: ATTESE LE REAZIONI DEL CENTRODESTRA

Finora nessuna reazione, nessuna presa di posizione dei Consiglieri del Centrodestra (di maggioranza) del Comune di Genova alla proposta di conferimento della solita, pagliaccesca cittadinanza onoraria al magistrato più costoso d’Italia, Nino Di Matteo.

E nessuna reazione, se non qualche “accusata ricevuta” dei messaggi, della documentazione, delle argomentazioni fatte pervenire da tutta Italia contro quel rito provocatorio ed imbecille, messo in atto per assicurare al suddetto magistrato un fruttifero quanto gratuito e stolto, alone di rilevanza elettorale.

Qualcuno dirà che se è vero, come è vero ed ineluttabile che quella storia delle cittadinanze onorarie è una cavolata sciocca, non è il caso che si faccia carico a nessuno dell’atteggiamento assunto o da assumere al riguardo.

Una sciocchezza di chi ha uno specifico dovere di essere, almeno, serio, non è però cosa sulla quale si possa sorvolare.

Se l’iniziativa dei Consiglieri Cinquestelle è una tipica espressione della loro incultura pressappochista da chiacchiere nei bar di periferia, oltre che del loro leccapiedismo nei confronti della magistratura più inquieta e balorda, l’acquiescenza degli altri Gruppi Consigliari che in varie città e villaggi italiani si è tradotta in una screditante unanimità nel conferimento della farsesca ed imbrogliona onorificenza (che, tra l’altro, non può essere conferita a nessun magistrato) non è cosa sopportabile e priva di gravi significati.
Aspettiamo una risposta dal Sindaco e dai Consiglieri del Centrodestra.

E’ dovuta, credo, a noi, che ci siamo fatti carico di illustrare l’inverecondia di questa buffonata. Ma è dovuta a tutta la Cittadinanza di Genova ed a tutta la Nazione.

Invitiamo tutti i nostri Amici, ma in particolare quelli di Genova e della Liguria, a far conoscere il loro pensiero ai Consiglieri della maggioranza di quel Comune. E aspettiamo.

Ma non resteremo inerti.

Mauro Mellini

Roma, 2 dicembre 2017

Leave a comment
*
**

*

XHTML: You can use these tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

* Required , ** will not be published.