ESCLUSIVA TEMPI MODERNI – Ecco la verità del Dottor Bruno Contrada dopo la perquisizione subita – Video

A caccia di prove in casa Contrada .Controlli e misteri: esito negativo.

I poliziotti della Squadra mobile di Reggio Calabria sono piombati a casa palermitana di Bruno Contrada nel cuore della notte. Quaranta minuti dopo le quattro. A caccia della prova dei rapporti oscuri fra l’ex poliziotto e Giovanni Aiello, soprannominato “faccia da mostro” per la profonda cicatrice che ne deturpa il viso. Secondo i pm di Reggio Calabria, Aiello, oggi in pensione, presenza costante nei misteri d’Italia, avrebbe convinto l’ex carabiniere Saverio Tracuzzi Spadaro a mentire ai pm sul suo rapporto con Aiello e sul ruolo del poliziotto nelle file della ‘Ndrangheta.

La perquisizione a casa Contrada, che ha avuto esito negativo, rientra nell’inchiesta calabrese sugli attentati ai carabinieri. Diversi i punti che hanno condotto i pm fino a casa dell’ex funzionario del
Sisde a cui la Cassazione ha di recente revocato gli effetti della condanna a 10 anni per concorso esterno in associazione mafiosa.

Tratto da Live Sicilia

Intervista di Massimo Martini

Palermo, 29 luglio 2017

LASCIA UN COMMENTO