Search

Dal “Sexting” alla tentata estorsione. La Polizia di Stato denuncia un uomo ed una donna

La Polizia di Stato – Squadra Mobile – ha denunciato un uomo ed una donna per tentata estorsione.

Qualche giorno fa, presso gli uffici della Squadra Mobile, si presentavano contemporaneamente, ma per pura coincidenza, due persone, un uomo ed una giovanissima donna che, disperati, chiedevano aiuto.

I racconti delle due vittime erano praticamente identici ma cambiavano gli autori e, di poco, le modalità.

Il tutto, per entrambe le vittime, nasce da una conoscenza fatta tramite internet, tra facebook e siti di incontri.

La vittima di sesso femminile si è rivolta alla Polizia di Stato in quanto “l’amico” virtuale dopo mesi di conoscenza era entrato in possesso di numerosi video e foto che la ragazzina, all’epoca minorenne, si era scattata quando era ancora minore. Dopo mesi, l’autore del reato ha richiesto somme di denaro minacciando di creare un profilo facebook con le foto hard o di inviare da un profilo falso (c.d. fake) video e foto agli amici della vittima.

La ragazza ha subito richieste estorsive molto dure che inoltre hanno generato un forte stato d’ansia nella vittima. L’estorsore voleva i soldi tramite pagamento elettronico con ricarica su postepay ma la vittima ha intelligentemente denunciato il reato subito.

Nell’altro caso, un giovane della provincia di Ragusa ha intrapreso una relazione virtuale con una donna straniera che per chattare con lui utilizzava un programma di traduzione simultanea (come spesso accade) e nonostante lui se ne fosse accorto ha continuato ad inviare files.

Le indagini proseguono ma è fondamentale arrestare il fenomeno così da non incorrere in simili rischi e soprattutto denunciare i fatti reato subiti.

Ragusa, 29 luglio 2017

Leave a comment
*
**

*

XHTML: You can use these tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

* Required , ** will not be published.