Accoltella a morte due persone alla stazione di Marsiglia, ucciso dalla polizia

Gli agenti su Twitter invitano i cittadini a «evitare la zona».

Domenica di terrore a Marsiglia. Un uomo è stato abbattuto dalla polizia dopo aver attaccato diversi passanti con il coltello alla Gare Saint-Charles, la stazione centrale dei treni. Due passanti sono morti. «Due vittime sono morte», ha dichiarato il prefetto, Olivier de Mazières, citato dai media transalpini.Secondo le prime informazioni diffuse dal prefetto, l’assalitore è stato abbattuto dai militari dell’operazione Sentinelle, la forza antiterrorismo dispiegata sul territorio dopo gli attentati del 2015. A quanto si apprende, l’uomo avrebbe agito da solo e non ci sarebbero complici.

Il ministro dell’Interno, Gérard Collomb, ha annunciato che si recherà «immediatamente» sul posto. «Uscendo dal treno ho visto gli uomini che correvano dappertutto, lontano, con le armi d’assalto», racconta un testimone, citato da France Info, aggiungendo: «Ci hanno guidato verso l’esterno: la sicurezza, i poliziotti, i militari urlavano, ci hanno detto: ”Passate di là. Ho sentito un militare dire che c’era stato un attacco con il coltello”». Hajar, un altro testimone, dice che era appena entrato in stazione quanto «tutti si sono messi a correre. La gente fuori correva all’interno gridando: “Scappate, evacuate subito”. E poi ho visto una signora per terra, le facevano un massaggio cardiaco. i militari ci hanno detto di andare via».

Su Twitter la polizia ha invitato la cittadinanza ad evitare la zona e ad astenersi dal diffondere false informazioni sui social network. Il traffico ferroviario è stato interrotto. Proprio in questi giorni, la Francia discute la nuova legge antiterrorismo voluta dal presidente Emmanuel Macron per uscire dallo stato d’emergenza decretato dopo gli attentati del 13 novembre.

di PAOLO LEVI

Fonte La Stampa

Roma, 2 settembre 2017

LASCIA UN COMMENTO